Accedi | Non sei ancora registrato? Registrati
Sab 16 Feb 2019
A Come Azienda
Cerca nel sito:
Home Chi Siamo I Nostri Servizi Clienti Bandi e Leggi Case History Dove Siamo Link Contatti
Accedi per visualizzare tutti i bandi e le leggi di agevolazioni e contributi per le aziende Bandi e Leggi »

Settori

I Nostri Servizi

CREDITO D'IMPOSTA FORMAZIONE 4.0

CIRCOLARE INFORMATIVA N° 9 del 26/06/2018 

Credito d’imposta per la formazione 4.0

 


Finalità e Oggetto:
Sostenere le attività di formazione del personale dipendente nel settore delle tecnologie previste nell’ambito del piano nazionale Industria 4.0.
 
 

Ambito Territoriale:
Tutto il territorio nazionale.
 

Settore di Attività:
Tutti, inclusi pesca, acquacoltura e produzione primaria di prodotti agricoli.
 
 
 
Soggetti beneficiari:
Tutte le imprese residenti sul territorio dello stato e anche gli enti non commerciali che esercitano attività commerciali.
 
 
 
Criteri Generali, Finalità:
Sono ammissibili le attività di formazione finalizzate a far acquisire, o consolidare, le conoscenze del personale dipendente dell’impresa, nell’ambito del processo di trasformazione tecnologica e digitale previsto dal piano nazionale Industria 4.0.
 
 
Nello specifico costruiscono attività di formazione ammissibili al credito quelle riguardanti:
 
a) big data e analisi dei dati;
b) cloud e fog computing;
c) cyber security;
d) simulazione e sistemi cyber-fisici;
e) prototipazione rapida;
f) sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (RV) e realtà aumentata (RA);
 g) robotica avanzata e collaborativa;
h) interfaccia uomo macchina;
 i) manifattura additiva (o stampa tridimensionale);
l) internet delle cose e delle macchine;
m) integrazione digitale dei processi aziendali.
 
(Quest’elenco potrà essere aggiornato da successivi provvedimenti.)
 
 
Le attività di formazione previste devono essere disciplinate in contratti collettivi aziendali o territoriali depositati presso l’ispettorato territoriale del lavoro competente.
 
Inoltre è necessario che sia rilasciata idonea attestazione a ciascun dipendente, riportante lo svolgimento dell’attività formativa.

 
 
Spese ammissibili:
Sono ammissibili le spese per il personale dipendente impegnato come discente nelle attività di formazione limitatamente al costo aziendale riferito rispettivamente alle ore o alle giornate di formazione.
 
Per spese per il personale dipendente s’intende la retribuzione dei dipendenti al lordo di ritenute, contributi previdenziali e assistenziali, comprensiva dei ratei TFR, ferie, permessi e mensilità aggiuntive.
 
Sono ammesse anche le spese relative alle ore di formazione svolte da un dipendente esperto in qualità di tutor, ma solo per un massimo del 30% della retribuzione annua dello stesso.
 
 

Natura ed Entità del contributo:
Il credito d’imposta è pari al 40% delle spese ammissibili sostenute nel periodo d’imposta agevolabile, con un limite massimo di 300.000 € per ciascun beneficiario.
 
Per le imprese non obbligate per legge alla revisione legale dei conti è previsto che le spese per ottenere la certificazione siano riconosciute in aumento del credito d’imposta per un importo non superiore a quello minore tra il costo sostenuto e 5.000 €. Resta comunque fermo il limite massimo di spesa di 300.000 €.
 
 
 
Scadenza e modalità di accesso:

Il credito d’imposta è attivo, in via sperimentale, solo per il 2018. Quindi ci sono 6 mesi per effettuare gli investimenti secondo le linee guida del decreto.

Si accede in maniera automatica in fase di redazione del bilancio, con successiva compensazione mediante presentazione del modello F24 in via esclusivamente telematica all'Agenzia delle Entrate.