Accedi | Non sei ancora registrato? Registrati
Lun 27 Mag 2019
A Come Azienda
Cerca nel sito:
Home Chi Siamo I Nostri Servizi Clienti Bandi e Leggi Case History Dove Siamo Link Contatti
Accedi per visualizzare tutti i bandi e le leggi di agevolazioni e contributi per le aziende Bandi e Leggi »

Settori

I Nostri Servizi

Anno 2018 | Numero 5 Lun 09 Apr 2018

AIUTI PER LE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI NELLE AREE DEI COMUNI COLPITI DAGLI EVENTI SISMICI DEL 2016 E DEL 2017

AIUTI PER LE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI NELLE AREE DEI COMUNI COLPITI DAGLI EVENTI SISMICI DEL 2016 E DEL 2017


Con la circolare del 12/03/2018 n. 149937
il Ministero dello Sviluppo Economico ha approvato un intervento di sostegno per le imprese che intendono realizzare iniziative imprenditoriali nei territori dei comuni del centro Italia che sono stati colpiti dagli eventi sismici del 2016-2017.

Gli interventi, dovranno provocare un effetto positivo sull'occupazione delle zone oggetto del bando e potranno contare su un finanziamento agevolato che potrà coprire dal 30% al 50% dell'investimento.
Le domande potranno essere presentate sul sito http:// www.invitalia.it
a partire dalle ore 12.00 del 10 maggio 2018 e fino alle ore 12.00 del 9 luglio 2018.

Fonte: Ministero Dello Sviluppo Economico

AIUTI PER LE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI NELLE AREE DEI COMUNI COLPITI DAGLI EVENTI SISMICI DEL 2016 E DEL 2017

 CIRCOLARE INFORMATIVA N°5

del 09/04/2018

 

AIUTI PER LE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI NELLE AREE DEI COMUNI COLPITI DAGLI EVENTI SISMICI DEL 2016 E DEL 2017

 

 
Finalità e Oggetto:
Il bando punta a sostenere: il rilancio delle attività imprenditoriali, la salvaguardia dei livelli occupazionali e il sostegno dei programmi di investimento nel territorio dei Comuni delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria interessati dagli eventi sismici del 2016 e 2017. Ai sensi della legge n 181/1989.
 


Ambito Territoriale:
Comuni colpiti dal sisma delle Regioni: Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria.
 


Settore di Attività:
Imprese con iniziative imprenditoriali nel territorio di comuni del centro Italia interessati dal sisma.
 


Soggetti beneficiari:
Imprese già costituite nella forma di: Società di Capitali, Società Cooperative, Società Consortili.
Le imprese possono essere piccole, medie o grandi come riportato nell’art. 4 paragrafo 2 del DM n. 178 del 9/06/2015.
 


Criteri Generali, Finalità:
Sono ammissibili le iniziative che prevedono la realizzazione di programmi di investimento produttivo o programmi di investimento per la tutela ambientale o programmi occupazionali (in questo caso l’unità produttiva deve risultare attiva da almeno un biennio alla data di presentazione della domanda).
 


Spese ammissibili:
Suolo aziendale e sue sistemazioni; opere murarie, assimilate e specifiche infrastrutture aziendali; macchinari, attrezzature varie e impianti; programmi informatici, servizi per le tecnologie dell’informazione e comunicazione (TIC); immobilizzazioni immateriali (diritti di brevetto, licenze, knowhow o altre forme di proprietà intellettuale come previsto dall’art. 2 punto 30 del Reg. UE n. 651/2014 GBER).
 


Natura ed Entità del contributo:
Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo in conto impianti, dell’eventuale contributo diretto alla spesa e del finanziamento agevolato nei limiti previsti dal regolamento (UE) n. 651/2014 (GBER).
Il finanziamento agevolato può essere concesso per una percentuale tra il 30% e il 50% degli investimenti ammissibili.
Il contributo in conto impianti e l’eventuale contributo diretto alla spesa sono complessivamente d’importo non inferiore al 3% della spesa ammissibile.
 
Le grandi imprese possono accedere al un finanziamento agevolato, per massimo il 55% delle spese ammissibili,per programmi di investimento produttivo relativi ai comuni indicati nell’allegato 1 del bando.
 
Ai sensi dell’art. 17 comma 3 del DM 9/06/20150 N. 178 il tasso di finanziamento agevolato corrisponde al 20% del tasso di riferimento vigente alla data di concessione delle agevolazioni, fissato sulla base di quello U.E.
 
Il valore degli investimenti ammissibili è pari a minimo 1.500.000 € e massimo 10.000.000 €.
 
Le risorse ammontano a 48.000.000 € che sono divisi in:

  • Abruzzo 4.800.000 €
  • Lazio 6.720.000 €
  • Marche 29.760.000 €
  • Umbria 6.720.000 €.

 

Scadenza:
Le domande debbono essere presentate secondo le modalità indicate sul sito www.invitalia.it 
dalle ore 12.00 del 10 maggio 2018 alle ore 12.00 del 9 luglio 2018.
L’accesso alle agevolazioni viene concesso sulla base di una graduatoria di ammissione che tiene conto dei risultati occupazionali e delle caratteristiche dell’attività svolta dall’impresa.

Scadenza prorogata fino alle ore 12.00 del  28 settembre 2018
 


Fonte: Ministero Dello Sviluppo Economico