Accedi | Non sei ancora registrato? Registrati
Lun 27 Mag 2019
A Come Azienda
Cerca nel sito:
Home Chi Siamo I Nostri Servizi Clienti Bandi e Leggi Case History Dove Siamo Link Contatti
Accedi per visualizzare tutti i bandi e le leggi di agevolazioni e contributi per le aziende Bandi e Leggi »

Settori

I Nostri Servizi

AIUTI PER LE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI NELLE AREE DEI COMUNI COLPITI DAGLI EVENTI SISMICI DEL 2016 E DEL 2017

 CIRCOLARE INFORMATIVA N°5

del 09/04/2018

 

AIUTI PER LE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI NELLE AREE DEI COMUNI COLPITI DAGLI EVENTI SISMICI DEL 2016 E DEL 2017

 

 
Finalità e Oggetto:
Il bando punta a sostenere: il rilancio delle attività imprenditoriali, la salvaguardia dei livelli occupazionali e il sostegno dei programmi di investimento nel territorio dei Comuni delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria interessati dagli eventi sismici del 2016 e 2017. Ai sensi della legge n 181/1989.
 


Ambito Territoriale:
Comuni colpiti dal sisma delle Regioni: Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria.
 


Settore di Attività:
Imprese con iniziative imprenditoriali nel territorio di comuni del centro Italia interessati dal sisma.
 


Soggetti beneficiari:
Imprese già costituite nella forma di: Società di Capitali, Società Cooperative, Società Consortili.
Le imprese possono essere piccole, medie o grandi come riportato nell’art. 4 paragrafo 2 del DM n. 178 del 9/06/2015.
 


Criteri Generali, Finalità:
Sono ammissibili le iniziative che prevedono la realizzazione di programmi di investimento produttivo o programmi di investimento per la tutela ambientale o programmi occupazionali (in questo caso l’unità produttiva deve risultare attiva da almeno un biennio alla data di presentazione della domanda).
 


Spese ammissibili:
Suolo aziendale e sue sistemazioni; opere murarie, assimilate e specifiche infrastrutture aziendali; macchinari, attrezzature varie e impianti; programmi informatici, servizi per le tecnologie dell’informazione e comunicazione (TIC); immobilizzazioni immateriali (diritti di brevetto, licenze, knowhow o altre forme di proprietà intellettuale come previsto dall’art. 2 punto 30 del Reg. UE n. 651/2014 GBER).
 


Natura ed Entità del contributo:
Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo in conto impianti, dell’eventuale contributo diretto alla spesa e del finanziamento agevolato nei limiti previsti dal regolamento (UE) n. 651/2014 (GBER).
Il finanziamento agevolato può essere concesso per una percentuale tra il 30% e il 50% degli investimenti ammissibili.
Il contributo in conto impianti e l’eventuale contributo diretto alla spesa sono complessivamente d’importo non inferiore al 3% della spesa ammissibile.
 
Le grandi imprese possono accedere al un finanziamento agevolato, per massimo il 55% delle spese ammissibili,per programmi di investimento produttivo relativi ai comuni indicati nell’allegato 1 del bando.
 
Ai sensi dell’art. 17 comma 3 del DM 9/06/20150 N. 178 il tasso di finanziamento agevolato corrisponde al 20% del tasso di riferimento vigente alla data di concessione delle agevolazioni, fissato sulla base di quello U.E.
 
Il valore degli investimenti ammissibili è pari a minimo 1.500.000 € e massimo 10.000.000 €.
 
Le risorse ammontano a 48.000.000 € che sono divisi in:

  • Abruzzo 4.800.000 €
  • Lazio 6.720.000 €
  • Marche 29.760.000 €
  • Umbria 6.720.000 €.

 

Scadenza:
Le domande debbono essere presentate secondo le modalità indicate sul sito www.invitalia.it 
dalle ore 12.00 del 10 maggio 2018 alle ore 12.00 del 9 luglio 2018.
L’accesso alle agevolazioni viene concesso sulla base di una graduatoria di ammissione che tiene conto dei risultati occupazionali e delle caratteristiche dell’attività svolta dall’impresa.

Scadenza prorogata fino alle ore 12.00 del  28 settembre 2018
 


Fonte: Ministero Dello Sviluppo Economico